Malattie infiammatorie intestinali: cellule Th17 potenziali target terapeutici

20

Settembre 2015

Le cellule Th17 coinvolte nell’evoluzione della malattie infiammatorie croniche intestinali, potrebbero essere oggetto di approcci terapeutici innovativi

Le malattie infiammatorie intestinali sono caratterizzate da deperimento ed infiammazione intestinale cronica scatenata da diverse cascate mediate da citochine. Negli ultimi anni è stato dimostrato che le cellule Th17 sono coinvolte nella patogenesi di queste malattie, il che le rende un accattivante target terapeutico.

Esse producono preferenzialmente IL-17°-F come citochine firma. E’ stato dimostrato il ruolo dell’interazione fra fattori genetici e microflora intestinale nella patogenesi delle malattie infiammatorie intestinali. I probiotici sono microorganismi viventi che, se ingeriti oralmente in quantità adeguate, conferiscono un beneficio clinico all’ospite modulandone la flora enterica o stimolando il sistema immunitario a livello locale e, diversi studi, ne hanno indicato l’efficacia nella prevenzione e nel trattamento di rettocolite ulcerosa e morbo di Crohn.

Sussistono evidenze in aumento per l’esistenza di probiotici che mirano selettivamente al ceppo dei Th17 per la prevenzione e la gestione delle malattie infiammatorie ed autoimmuni. Essi, dunque, potrebbero costituire un approccio terapeutico innovativo per la gestione di queste malattie proprio tramite la manipolazione dei Th17, modulandone a livello molecolare la differenziazione e la produzione. Sono pertanto necessari ulteriori studi di approfondimento per verificare questa ipotesi e stabilire gli eventuali protocolli di trattamento. (Int J Mol Sci. 2015; 16: 20841-58)

Fonte: Popular Science

Sede legale: Via Molise, 16 – 73100 Lecce (LE)
Sede operativa : Via Miglietta, 5 c/o Asl Lecce (Ex Opis) – 73100 Lecce (LE)
Tel/Fax 0832 520165 - Email: info@apmarr.it - PEC: apmarr@legalmail.it
C.F.: 93059010756 - P.Iva: 04433470756 - Codice SDI: W7YVJK9
Privacy Policy