Artrite reumatoide: fumo ed aumento di peso ostacolano la remissione

14

Giugno 2016

Le persone con Artrite Reumatoide che fumano e sono obese hanno maggiori difficoltà ad andare in fase di remissione

Fumo ed obesità sono stati ancora una volta implicati come fattori predittivi chiave di una scarsa risposta al trattamento nei pazienti con artrite reumatoide in fase precoce, specialmente nelle donne. Secondo Susan Bartlett della McGill University di Montreal, autrice di uno studio su più di 1.000 pazienti, il paziente per ritornare alla propria normalità deve innanzitutto assumere i farmaci prescritti e riportare la malattia sotto controllo, ma in secondo luogo deve smettere di fumare e perdeve peso.

Se il paziente è in sovrappeso, non soltanto sovraccarica le articolazioni, ma modifica anche il modo in cui i farmaci lavorano, dato che essi non sono altrettanto efficaci in un paziente fumatore ed in sovrappeso. Peraltro il paziente spesso è preoccupato per la quantità di farmaci che deve assumere e, quindi, è importante comunicare anche tutto ciò che è possibile fare per ridurre il dosaggio o il numero di farmaci che è necessario somministrare.

Essere in grado di prevedere quali pazienti con artrite reumatoide potrebbero non rispondere al metotrexate, inoltre, consente di fornire accesso precoce a farmaci alternativi, con la speranza di evitare la progressione della malattia. Il fumo, infine, è un fattore di rischio indipendente per lo sviluppo dell’artrite reumatoide e, quindi per un paziente con fattori di rischio familiari per questa malattia fumare rappresenta un grosso incremento di questo rischio. (European League Against Rheumatism (EULAR) Congress 2016: Abstract OP0173 ed OP0013, presentati l’8/6)

Fonte: http://www.popsci.it

Sede legale: Via Molise, 16 – 73100 Lecce (LE)
Sede operativa : Via Miglietta, 5 c/o Asl Lecce (Ex Opis) – 73100 Lecce (LE)
Tel/Fax 0832 520165 - Email: info@apmarr.it - PEC: apmarr@legalmail.it
C.F.: 93059010756 - P.Iva: 04433470756 - Codice SDI: W7YVJK9
Privacy Policy