Malattie infiammatorie intestinali, social media e preferenze dei pazienti

21

Ottobre 2016

I social media sono considerati dai pazienti una risorsa per la gestione delle malattie croniche intestinali, Morbo di Crohn e Rettocolite Ulcerosa

Con il recente incremento dell’uso dei social media, i pazienti con patologie croniche fanno uso di internet come risorsa per la gestione delle malattie. Dato che il picco di incidenza delle malattie infiammatorie intestinali interviene nella fascia d’età fra i 15 ed i 30 anni, queste patologie rappresentano una condizione idonea per studiare l’uso dei social media. E’ stato dunque condotto uno studio per valutare l’uso dei social media e le preferenze fra i pazienti con malattie infiammatorie intestinali.

In un campione di 118 pazienti, il sito specifico per le malattie infiammatorie intestinali era il CCFA. Gli utenti dei social media ad alta frequenza avevano maggiori probabilità di convenire sul fatto che i social media siano utili nella gestione delle malattie infiammatorie intestinali, ed il 55% dei soggetti era interessato nell’ottenere forme di educazione tramite i social media oppure organizzazioni come il CCFA.

Il 62% dei pazienti sarebbe interessato a seguire un account di social media creato dal proprio gastroenterologo. I problemi di privacy o confidenzialità rappresentavano le principali barriere nei confronti dell’uso dei social media e, infine, la maggior parte dei pazienti manifestava incertezze sulla qualità delle informazioni postate online sulle malattie infiammatorie intestinali.

I risultati dello studio suggeriscono che i pazienti che usano spesso i social media sono altamente interessati a sfruttarli nella gestione delle malattie infiammatorie intestinali. I gastroenterologi dovrebbero essere consapevoli del fatto che i propri pazienti potrebbero farne uso per ottenere un’educazione sulla propria patologia. Gli studi futuri dovrebbero valutare la qualità delle informazioni sulle malattie infiammatorie intestinali sui social media e l’efficacia della comunicazione mediante i social media come mezzo per migliorare l’educazione e gli esiti per il paziente. (Inflamm Bowel Dis. 2016; 22: 2678-87)

Fonte: www.popsci.it

Sede legale: Via Molise, 16 – 73100 Lecce (LE)
Sede operativa : Via Miglietta, 5 c/o Asl Lecce (Ex Opis) – 73100 Lecce (LE)
Tel/Fax 0832 520165 - Email: info@apmarr.it - PEC: apmarr@legalmail.it
C.F.: 93059010756 - P.Iva: 04433470756 - Codice SDI: W7YVJK9
Privacy Policy