Vorrei giocare anche io, ma ho una patologia reumatica

27

Marzo 2017

APMAR lancia la nuova campagna 2017 per il 5×1000. Sotto i riflettori le patologie reumatologiche nei bambini e nei ragazzi

Milano, 27 marzo 2017

Scrivere sul quaderno di scuola, giocare nel parco, correre sulle scale, riempire un bicchiere di latte. Sono azioni semplici che fanno parte della vita dei bambini, ma diventano una vera e propria sfida quotidiana per chi di loro ha una patologia reumatica. Così APMAR ha deciso di accendere i riflettori sulle difficoltà vissute dai giovani.

“Perché come sottolineano dall’associazione non bisogna dimenticare che le patologie reumatiche colpiscono anche i più giovani”.

Per questo bisogna prestare attenzione, conosce e saper riconoscere queste patologie, per non sottovalutare quelli che potrebbero essere i primi segni di una patologia: una diagnosi precoce è, infatti, la chiave per poter consentire una migliore qualità di vita anche a chi è affetto da queste patologie.

“Con questa campagna abbiamo deciso di mettere in primo piano le difficoltà che un ragazzo con tali patologie deve affrontare nella vita quotidiana” sottolinea Antonella Celano, Presidente APMAR. “Quelle difficoltà che passano sotto silenzio, che sono invisibili, e che possono essere interpretate come errori di distrazione quando, invece, un gesto semplice come scrivere può diventare difficile quanto scalare una montagna”.

“Si tratta di patologie altamente invalidanti che non tutti conoscono e di cui non si parla quanto si dovrebbe” aggiunge. “Riuscire a intervenire il prima possibile sulla patologia è essenziale tanto quanto poter avere delle cure adeguate. Per questo abbiamo deciso di dedicare il 5X1000 alla ricerca scientifica sulle malattie reumatologiche in età pediatrica, per poter dare l’opportunità di un futuro più sereno anche ai più giovani”.

APMAR da anni si impegna a dare visibilità e voce alle persone affette da malattie reumatologiche e rare sottolineando l’importanza della ricerca scientifica ma anche di una diagnosi precoce delle malattie, così come la richiesta del sostegno da parte delle istituzioni.

Soggetti Campagna:

1 “Vorrei giocare anche io, ma ho una patologia reumatica“: correre e giocare per i bambini con patologie reumatiche può essere problematico, per questo il ragazzo è sdraiato sul campo.

2 e 3 “Non sono pigro, ma ho una patologia reumatica“: il bambino fa fatica a scendere le scale, per questo resta fermo sul gradino.

4 e 5 “Non sono un pasticcione, ma ho una patologia reumatica“: anche versare o bere un bicchiere di latte può essere complicato per un ragazzo con una patologia reumatica, i gesti delle mani diventano particolarmente complicati.

6 “Vorrei voltare pagina, ma ho una patologia reumatica“: così come per il bicchiere di latte, anche scrivere se le mani sono colpite da una patologia reumatica può diventare stressante e difficile.

APMAR Onlus, Associazione Nazionale Persone con Malattie Reumatologiche e Rare, è nata a tutela delle persone con malattie reumatologiche e rare. La sua mission è migliorare la qualità dell’assistenza per migliorare la qualità della vita di chi è affetto da queste patologie. L’obiettivo primario di APMAR è adoperarsi affinché tali patologie trovino la giusta dignità ed attenzione presso l’opinione pubblica e la classe politica. APMAR ad oggi è presente in Abruzzo, Calabria, Lazio, Puglia e Piemonte.

UFFICIO STAMPA APMAR

Axess PR
Via Francesco Frisi, 26, Monza (MB)
Tel. 039 9635310 – info@axesspr.com

Dario Francolino
M. 348 8818029
E. dario.francolino@axesspr.com

Candida Cereda
M. 349 6168583
E. candida.cereda@axpresspr.com

Elena Pescucci
M. 333 6155660
E. elena.pescucci@axesspr.com

Sede legale: Via Molise, 16 – 73100 Lecce (LE)
Sede operativa : Via Miglietta, 5 c/o Asl Lecce (Ex Opis) – 73100 Lecce (LE)
Tel/Fax 0832 520165 - Email: info@apmarr.it - PEC: apmarr@legalmail.it
C.F.: 93059010756 - P.Iva: 04433470756 - Codice SDI: W7YVJK9
Privacy Policy