Il decotto con estratto di corteccia di frassino come alternativa terapeutica in caso di attacco acuto di gotta

20

Maggio 2019

Maria Giannotta, medico in formazione specialistica presso la UO di Reumatologia dell’AOUC Policlinico di Bari, smonta una bufala sull’efficacia dell’estratto di corteccia di frassino nel trattamento dell’attacco acuto di gotta.

La gotta è una patologia diffusa ad andamento cronico ricorrente ed è caratterizzata da livelli elevati di acido urico; gli attacchi acuti di gotta sono estremamente dolorosi per le persone che sono affette da questa patologia, e possono rappresentare un grosso limite per le attività lavorative e della vita quotidiana [1].

La terapia farmacologica della gotta è varia e la ricerca è estremamente attiva in questo campo; accanto alle terapie tradizionali, segnaliamo numerosi rimedi che prevedono l’utilizzo di sostanze di origine naturale, che dovrebbero coadiuvare, e a volte sostituire, le terapie tradizionali.

Tra i possibili rimedi naturali si annoverano decotti e tisane a base di estratto di corteccia di frassino (Fraxinus excelsior), che avrebbero mostrato di possedere attività antiflogistica e antiossidante. Quest’ultima proprietà sembra essere esercitata dalle idrossicumarine contenute nella corteccia, in particolare dalla fraxina, dall’ isofraxidina e dalla scopoletina.
La letteratura scientifica è estremamente povera di dati in merito all’efficacia dell’estratto di corteccia di frassino; ad oggi, è disponibile un solo studio, condotto su alcune piante tipiche della fauna del nord Africa, secondo cui alcune delle sostanze contenute in queste piante, tra cui ovviamente anche il frassino, avrebbero un’azione antinfiammatoria [2].

Al momento non è possibile affermare che vi siano ulteriori dati scientifici a supporto di questa tesi, e pertanto non è possibile dimostrare l’efficacia dell’estratto di corteccia di frassino nel trattamento dell’attacco acuto di gotta.

Ricordiamo che per le persone affette da gotta è estremamente importante seguire alcuni accorgimenti in merito allo stile alimentare, come limitare il consumo di alcool, carne, mitili, ed attenersi alla terapia farmacologica concordata previo confronto con il proprio reumatologo di fiducia.

1. Richette P1, Doherty M2, Pascual E3, Barskova V4, Becce F5, Castañeda-Sanabria J6, Coyfish M7, Guillo S6, Jansen TL8, Janssens H9, Lioté F1, Mallen C10, Nuki G11, Perez-Ruiz F12, Pimentao J13, Punzi L14, Pywell T7, So A15, Tausche AK16, Uhlig T17, Zavada J18, Zhang W2, Tubach F6, Bardin T1.
2016 updated EULAR evidence-based recommendations for the management of gout. Ann Rheum Dis. 2017 Jan;76(1):29-42.

2. Berboucha M1, Ayouni K, Atmani D, Atmani D, Benboubetra M.
Kinetic study on the inhibition of xanthine oxidase by extracts from two selected Algerian plants traditionally used for the treatment of inflammatory diseases. J Med Food. 2010 Aug;13(4):896-904.

Sede legale: Via Molise, 16 – 73100 Lecce (LE)
Sede operativa : Via Miglietta, 5 c/o Asl Lecce (Ex Opis) – 73100 Lecce (LE)
Tel/Fax 0832 520165 - Email: info@apmarr.it - PEC: apmarr@legalmail.it
C.F.: 93059010756 - P.Iva: 04433470756 - Codice SDI: W7YVJK9
Privacy Policy