REUMAstories, Serena racconta la sua storia con una patologia reumatologica degenerativa

14

Luglio 2020

Gent. mi,

Sono Serena, vengo da un paesino della provincia di Lecce, e oggi, tra mille dubbi e paure, scelgo di mettermi a nudo e raccontare la nuova me.
Scelgo di farlo con voi che, ormai da due anni, mi fate compagnia e mi siete da stimolo nei tanti momenti bui.

La mia storia, probabilmente comune a molti di voi, inizia nel 2016: stavo concludendo il mio percorso di studi con la laurea magistrale, lavoravo instancabilmente, facevo le altre mille cose che ero abituata a fare, mentre la mia vita stava decidendo di cambiare… Così, senza preavviso, in uno dei momenti che sarebbero dovuti essere i più belli nella mia vita, cambia.
È cambiata radicalmente, con Lei, una patologia reumatica degenerativa, una malattia sistemica, cronica e autoimmune.
Abituata a una vita frenetica e con una mente sempre pronta a viaggiare tra le tante idee e i tanti sogni mi sono ritrovata in un letto di ospedale a conoscere una nuova me. Accettarla è stato quasi più difficile che affrontare le cure.
In quel letto mi sono trovata a chiedermi se, e in che misura, dover rivalutare tutti i miei sogni e progetti.
A rivalutare chi avrei voluto fosse al mio fianco, ma in realtà non c’era; a chi, invece, senza chiederlo, era lì.
Mi sentivo fragile, svuotata di tutto quello che ero fino ad allora riuscita a costruire. Mi sembrava di aver perso ogni cosa. Tutte quelle che credevo fossero le mie sicurezze, i miei punti di forza, si erano magicamente volatilizzate.
La vita, però, non ci pone mai davanti a prove che non siamo in grado di affrontare.
Io ero più forte di quanto pensassi e, dentro di me, avevo tutte le risorse che mi servivano per superare anche questa difficoltà.

Tutto avviene per il nostro massimo bene. Tutto.
E, anche se in quegli istanti non credevo più a nulla, ho cercato di accogliere dentro di me tutti i dubbi, le paure, la rabbia. Ho accolto ogni sensazione che si presentava dentro di me, positiva e negativa. Ho scelto di vivere ancora, vivere SEMPRE ogni istante e ogni momento di questa vita.
Ogni difficoltà è un’opportunità che la Vita mi stava donando.
Era il suo modo di dirmi che era arrivato il momento di aprire gli occhi, vedere ciò che non avevo visto finora e imparare nuove lezioni.
In un modo o nell’altro lei è sempre pronta a stravolgerti.
Ho indossato ancora una volta quel sorriso che mi contraddistingue da sempre, dietro al quale si nasconde la più umile e fragile, ma forte, fortissima donna che sono diventata.
Una donna in grado di lottare per mantenere in ordine la propria vita e che, anche con le lacrime agli occhi, si rimette in sesto per dire con un sorriso, STO BENE.

Eh sì, perché, quando attraversi le difficoltà e decidi di non arrenderti, quella è FORZA!

Ai miei sogni che mi mantengono viva, alla vita tanto bastarda quanto meravigliosa e alla forza che risiede in ognuno di noi: #NEVERGIVEUP… io sono sempre e comunque SERENA!!

Serena Benedicenti

Sede legale: Via Molise, 16 – 73100 Lecce (LE)
Sede operativa : Via Miglietta, 5 c/o Asl Lecce (Ex Opis) – 73100 Lecce (LE)
Tel/Fax 0832 520165 - Email: info@apmarr.it - PEC: apmarr@legalmail.it
C.F.: 93059010756 - P.Iva: 04433470756 - Codice SDI: W7YVJK9
Privacy Policy